Assicurazione del credito: cos’è e come funziona

L’assicurazione del credito è un servizio dedicato alle imprese che permette loro di tutelare al meglio i propri flussi di cassa. Rappresenta a tutti gli effetti una protezione contro i rischi connessi ai mancati pagamenti dei crediti commerciali o quelli percepiti con giorni di ritardo rispetto alla scadenza pattuita in fattura.

Assicurare i propri crediti significa attrezzarsi con uno strumento concreto per garantire il pagamento dei propri prodotti o servizi venduti. Come vedremo più avanti, la compagnia assicuratrice non sostituisce l’azienda acquirente pagando per suo conto, bensì provvede a risarcire la società assicurata con un indennizzo.

Un servizio personalizzato che interpreta le esigenze di ogni singola Società, del settore in cui opera e dei suoi obiettivi.

In quest’articolo vogliamo essere molto pratici e spiegare che cos’è l’assicurazione dei crediti e come funziona, fornendo anche un esempio pratico per comprendere perché può essere vantaggioso stipularla.

Ecco, quindi, gli aspetti dell’assicurazione dei crediti che affronteremo di seguito:

  • Le caratteristiche principali;
  • come funziona;
  • quanto costa.

Assicurazione dei crediti commerciali: caratteristiche

Come indicato nel titolo, l’assicurazione in questione si riferisce alla tipologia dei crediti commerciali, ossia la dilazione di pagamento – rappresentata in giorni – concessa dalla parte venditrice alla parte acquirente contestualmente all’atto di vendita di un servizio o prodotto.

Così facendo, il venditore si assume un rischio ed un costo:

  • Il primo legato alla possibilità di non essere pagato puntualmente e di dover attendere ulteriormente;
  • il secondo legato al fatto che durante il periodo di dilazione concessa, il corrispettivo della vendita non sarà disponibile.

Inoltre, in sede di ritardi nei pagamenti o contestazioni, dovrà impiegare tempo e risorse per tentare di recuperare il proprio credito.

Nasce pertanto l’esigenza di creare una tutela per prevenire il danno economico legato al mancato incasso dei crediti commerciali.

La polizza crediti, proprio per come è strutturata, è uno strumento che può rendere più efficienti sia le strategie interne di una società che il suo posizionamento nel mercato domestico o internazionale.

L’assicurazione dei crediti si basa infatti su tre pilastri che altro non rappresentano se non le tre strategice da applicare per una corretta gestione dei crediti:

  • La raccolta delle informazioni commerciali;
  • il recupero dei crediti;
  • l’indennizzo in caso di mancati o ritardati pagamenti.

Ogni potenziale cliente viene analizzato e valutato attentamente dagli analisti della Compagnia assicuratrice. Professionisti, esperti ciascuno in un determinato settore merceologico e costantemente aggiornati su ogni trend dei mercati così come sui singoli accadimenti rilevanti ai fini della valutazione del merito creditizio di ogni potenziale cliente.

Il loro compito è dunque quello di restituire all’assicurato un elenco di Società con cui operare, ritenute clienti affidabili o meno. Si tratta quindi di una fase analitica che va ben oltre la raccolta ed analisi dei report di informazioni commerciali.

Qualora, successivamente, si concluda una vendita, essa si può ritenere di successo solo nel momento in cui la parte acquirente effettua il pagamento delle fatture puntualmente alla data di scadenza. Laddove, invece, subentrasse qualsiasi elemento (oggettivo o soggettivo) che possa sfociare in un ritardo del pagamento o in un’insolvenza, sarà necessario attivare una procedura di recupero dei crediti.

Essa è tanto più efficace tanto più è tempestiva, tuttavia, ciò può richiedere l’utilizzo di molte risorse che, diversamente, potrebbero concentrarsi sull’attività core della Società. Infatti, sono molteplici i fattori e le conoscenze giuridiche che entrano in campo nell’attività di sollecito dei debitori: la capacità di negoziazione, di persuasione, la conoscenza dei settori e dei risvolti giuridici di ogni forma di pagamento, per esempio. Per non parlare delle difficoltà linguistiche, giuridiche, il fuso orario e le consuetudini legate al recupero dei crediti derivanti dall’export.

Per i clienti assicurati, questo problema è superato in quanto sanno di poter contare su una rete internazionale di esperti del recupero credito. La loro professionalità è senz’altro garanzia di maggior successo dell’azione di recupero e permette di preservare le relazioni commerciali con i clienti.

Se il recupero non dovesse andare a buon fine, oppure se i tempi diventano insostenibili e dannosi per l’attività aziendale, è previsto un indennizzo per la perdita causata dal mancato pagamento. Seguendo infatti le procedure enunciate in polizza, l’assicurato potrà effettuare richiesta di indennizzo e ricevere, nei tempi stabiliti, il pagamento da parte della Compagnia assicuratrice.

Come funziona l’assicurazione del credito

come funziona l'assicurazione del credito

Capire come funziona un’assicurazione del credito, di primo acchito, può sembrare un’impresa ardua dato che si tratta di un servizio ben strutturato e personalizzato, sulla base delle esigenze dell’azienda. Possiamo tuttavia identificare quelli che sono i tre momenti fondamentali nel rapporto tra fornitore (il cliente assicurato) e il cliente.

Vediamo in che modo l’assicurazione può sostenere concretamente l’attività dell’impresa.

Prima di concludere un contratto di fornitura di prodotti o servizi, l’assicuratore deve di norma redigere un’attenta e completa analisi delle informazioni disponibili sul potenziale acquirente, al fine di prevenire qualsiasi problematica che possa compromettere il buon fine della vendita, suggellando l’inaffidabilità del cliente in questione.

È in questa fase che potrebbero emergere problemi e insolvenze che costituiscono un campanello d’allarme da tenere in debita considerazione.

Questa fase è sostituita dall’analisi del portafoglio clienti effettuati dalla Società assicuratrice, al termine della quale ciascuno di essi (o potenziale cliente) viene definito o meno affidabile o non affidabile, ricevendo un punteggio che ne esprime il merito creditizio.

Qualora si dovesse incorrere in un ritardo nel pagamento di una o più fatture, l’assicuratore metterà a disposizione il proprio team di recupero crediti, al fine di comprendere le cause dell’inadempimento da parte del debitore e ottenere il saldo in via extragiudiziale, senza pregiudicare la bontà delle loro relazioni commerciali. Se necessario, il cliente assicurato potrà avvalersi anche dell’assistenza legale.

Che si tratti di un credito nazionale o derivante da un’operazione export, poi, la Società cliente non dovrà preoccuparsi di ingaggiare esperti oltre frontiera.

La polizza crediti può essere, per questa ragione, un valido strumento di gestione dei crediti per tutte quelle realtà aziendali che già sono impegnate nelle attività commerciali export o vogliono attuare una strategia di internazionalizzazione del proprio business. 

Infine, dopo l’accertamento del mancato buon fine del recupero crediti, l’assicuratore supporterà il proprio cliente, erogazione un indennizzo alle condizioni di polizza, che copre buona parte della perdita del credito.

Un esempio pratico: fasi della polizza crediti

Sancito e chiarito che l’assicurazione del credito è un servizio che permette ad ogni impresa di proteggere il proprio fatturato dal rischio di mancato pagamento da parte dei propri clienti, vogliamo fare un esempio pratico per schematizzare e semplificare le fasi ed il funzionamento della polizza crediti.

Immaginiamo che la società immaginaria Società di Esempio Srl  vende prodotti alimentari in Italia e all’estero, concedendo ai propri clienti una dilazione di pagamento a 60 giorni. Attualmente Società di Esempio Srl sta valutando di espandere il proprio giro d’affari, includendo nel proprio portafoglio una serie di nuove potenziali controparti nazionali ed internazionali.

In base a quanto detto circa il funzionamento della polizza crediti, riepiloghiamo ora come il servizio di assicurazione del credito, stipulato con un assicuratore qualificato, permetta alla azienda Società di Esempio Srl di disporre di specifica competenza ed assistenza in diversi momenti aziendali:

  • Prima di concludere la vendita ed effettuare la fornitura;
  • nel caso in cui il debitore non dovesse rispettare le scadenze di pagamento;
  • qualora intervenga il fallimento della Società debitrice.

Prima della fornitura del prodotto o del servizio, Società di Esempio Srl sottoporrà all’assicuratore l’elenco dei nuovi potenziali clienti, permettendo così la verifica della solvibilità della controparte.

In questo modo, avrà immediata evidenza del fatto che ha a che fare con un’impresa valutata positivamente e finanziariamente sana, con buone probabilità di adempiere agli obblighi contrattuali. Diversamente, potrebbe incorrere nel rischio di stipulare un accordo con una società a rischio di insolvenza.

Prendiamo il caso in cui l’acquirente sia stato valutato positivamente e la fornitura abbia avuto luogo tuttavia si verifica un ritardo nel rispetto delle scadenze di pagamento. L’assicuratore indagherà le cause del pagamento ritardato, occupandosi dell’invio dei solleciti e dei contatti telefonici onde ottenere il saldo di quanto dovuto da parte del debitore.

Società di Esempio Srl sarà dunque sollevata da ogni incombenza legata all’esperimento di attività di recupero del credito, acquistando tempo per svolgere altre attività.

Nell’ipotesi in cui, invece, la Società acquirente fallisca o ci si renda conto che non sarà più possibile  ottenere il pagamento in tempi congrui, la Società assicurata otterrà un indennizzo determinato di norma in una rilevante percentuale della perdita sostenuta, in base ai termini di polizza.

Quanto costa sottoscrivere una polizza credito.

Fin qui abbiamo avuto modo di approfondire i principali termini e i più importanti vantaggi dell’assicurazione sul credito tuttavia la domanda che ora sorge spontanea è: “Quanto costa sottoscrivere una polizza e assicurare i propri crediti commerciali domestici o esteri?”.

Il costo di un’assicurazione del credito non è mai standardizzato per il semplice fatto che il preventivo tiene conto, come già detto, delle specifiche esigenze di business di ogni azienda: i cicli di vendita, il settore merceologico, le sue dimensioni, la suddivisione del portafoglio clienti e altri indicatori che vengono analizzati dai nostri esperti in fase di consulenza.

Queste caratteristiche, unitamente alla flessibilità del prodotto, permettono di poter ritagliare un’offerta su misura in maniera tale che sia proporzionata agli obiettivi di business di ogni Società.

Subito dopo un attento colloquio con la Società interessata a valutare questo servizio, per redigere un preventivo si prosegue con l’analisi del portafoglio. Il costo dell’assicurazione crediti, che è espresso sotto forma di premio assicurativo, dipende soprattutto (seppur non esclusivamente) dai seguenti fattori:

  • Fatturato assicurabile, generalmente ottenuto calcolando una percentuale del giro d’affari complessivo in un determinato periodo di tempo;
  • settore merceologico: maggiore è ritenuto il rischio di insolvenza nel settore specifico in cui opera l’impresa e maggiore potrebbe essere il costo del servizio di assicurazione del credito;
  • condizioni di pagamento: dilazioni maggiori o particolari concessioni potrebbero incidere sull’offerta fornita dalla Compagnia assicurativa.

Come buona norma, il consiglio è quello di contattare un assicuratore specializzato che predisponga un preventivo chiaro e trasparente, tenendo conto delle necessità dell’azienda.

TuttoCredito propone una polizza credito in grado di tutelare una società dal mancato pagamento dei crediti, sia sul mercato nazionale che estero. Contattaci per effettuare una prima consulenza con un nostro esperto e per ricevere un preventivo per assicurare i tuoi crediti commerciali.